Temi globali

La svalutazione del biglietto verde innescata nuovamente venerdì a fronte dei CPI e Retail Sales di giugno al di sotto delle aspettative sembra essersi arrestata. Al momento le probabilità di un ulteriore rialzo dei tassi entro fine anno sono scese al 40% e il Dollar Index segna nuovi minimi del 2017 a 95.0. 10y UST e Bund yields stabili a 2.31 e 0.59%. Occhi puntati giovedi’ al meeting di politica monetaria della ECB: il mercato aspetterà nuovi spunti dopo le parole di Draghi di qualche settimana che hanno fatto intravedere un cambiamento di bias da parte dell’istituto centrale europeo. Questa notte uscite le Retail Sales, Industrial Production di giugno e GDP del Q2 cinese al di sopra delle aspettative fanno aprire il mercati europei con una propensione al rischio.

USD

Cambio che dopo la batosta del biglietto verde di venerdì si riporta sopra quota 1.14. Inoltre i commenti dovish dell’esponente FED Evans fanno eco al membro FOMC Brainard. Lato EUR invece stanno aumentando le speculazioni su una possibile mossa della ECB sul programma QE al meeting di giovedì anche se sembra settembre il mese più probabile per un intervento in quella direzione. Per la giornata di oggi abbiamo alle 11:00 i CPI europei di giugno mentre per il Nuovo continente abbiamo il NY Empire Manufactoring Index di Luglio alle 14:30. A livello tecnico primo supporto a 1.1370 mentre prima resistenza a 1.1475.

GBP

Recupero della Sterlina in area 0.87 a fronte delle speranze di un soft Brexit da parte del mercato. In mancanza di particolari dati per la giornata di oggi ci si aspetta che il cambio rimanga stabile e al traino dell’EURUSD. A livello tecnico primo supporto a 0.8630 mentre prima resistenza a 0.89.

Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.