Temi globali

Dollaro che erode parte dei guadagni per i Non Farm Payroll di venerdì scorso, rendimenti sui fixed income al rialzo prima dei dati sull’inflazione americana di domani. Riguardo le tariffe imposte da Trump su acciaio e alluminio la risposta di EU e Giappone sembra essere verso la richiesta di chiarimenti mentre l’Australia si aggiunge alle eccezioni assieme a Canada e Messico. Oggi meeting dell’Eurogruppo per discutere anche sui tassi di cambio. Questo giovedì avremo i meeting di politica monetaria di SNB e Norges Bank. Nikkei +1.65%, EUR 10y IRS invariato a 1.08%, Brent crude a $65.38.

USD

Cambio che è ben supportato in area 1.2300 grazie anche al risk on sentiment a fronte dei Non Farm Payroll americani di venerdì usciti superiori alle aspettative a 313K. Da notare però gli Average Hourly Earnings usciti inferiori alle aspettative. A livello di dati nulla di rilevante sia per il Vecchio che per il Nuovo continente. A livello tecnico primo support a 1.2270 mentre prima resistenza a 1.2450.

GBP

Cambio che sta consolidando in area 0.8850 con le preoccupazioni sul Brexit che continuano a pesare sul Regno Unito. Giornata assente in termini di dati economici per il Regno Unito. A livello tecnico primo support a 0.8780 mentre prima resistenza a 0.8970.

Vorrei ricevere l’Analisi Giornaliera sulle Valute nella mia casella di posta elettronica

Questa newsletter, pubblicata cinque volte la settimana, passa in rassegna giorno per giorno i principali eventi e le attività che dominano i mercati.